Proverbi dei Santi - Moments

moments
Vai ai contenuti
Grazie della visita ^-^
grey line
Il proverbio viene definito spesso come la saggezza dei vecchi ed è senz’altro una saggezza che merita di essere tramandata ai giovani. A chi non è capitato di citarne qualcuno a conclusione di un discorso tanto per sottolineare quello che si è appena detto?
Molti proverbi sono andati persi nel tempo e qui voglio continuare a tenerli in vita.
~ MODI di DIRE ~


◆   L'Epifania ogni festa porta via.


◆   Finita la festa, gabbato lo santo.


◆   L'Epifania (6 gennaio) il più gran freddo che ci sia.


◆   Per Sant'Adriano (9 gennaio) neve ai monti e al piano.


◆   Per Sant'Antonio Abate (17 gennaio) maschere e serenate.


◆   Sant'Antonio gran freddura, San Lorenzo gran calura, l'una o l'altra poco dura.


◆   Sant'Antonio (17 gennaio) dalla barba bianca, se non nevica poco ci manca.


◆   Per San Sebastiano (20 gennaio) un'ora in più abbiamo.


◆   A Sant'Agnese (21 gennaio) la lucertola per la siepe.


◆   Per la Santa Candelora (2 febbraio) o la neve o la bora.


◆   Sant'Agata (5 febbraio): la terra rifiata e la merenda è ritrovata.


◆   Per San Valentino (14 febbraio) la primavera sta vicino.


◆   San Giuseppe (19 marzo) frittellaio è un dì per metà festaio.


◆   Per l'Annunciazione (25 marzo) torna la rondine e il rondone.


◆   San Vincenzo (5 aprile) chiaro, assai grano scuro, pane nessuno.


◆   Acqua di San Giorgio (23 aprile) carestia di fichi.


◆   San Marco (25 aprile) bagnato porta il fieno sul selciato.


◆   Per Santa Caterina (29 aprile) le vacche alla cascina.


◆   A San Cataldo (10 maggio) esce il freddo ed entra il caldo.


◆   All'Ascensione (metà maggio) non lasciare il tuo giubbone.


◆   Se piove per San Vito (15 giugno), ogni mosto va fallito.


◆   Per Sant'Ubaldo (16 maggio) il freddo lotta con il caldo.


◆   La vigilia di San Giovanni (23 giugno) piove tutti gli anni.


◆   Se San Giovanni la bagna, cade verde la castagna.


◆   La guazza di San Giovanni (24 giugno) cura tutti i malanni.


◆   Non essere come San Tommaso (3 luglio), che ci crede solo se ci mette il naso.


◆   Nube a Santa Maddalena (22 luglio), grande tempesta scatena.


◆   Per Santa Cristina (24 luglio) di mattina l'aria è fina.


◆   Se piove per Sant'Anna (26 luglio), l'acqua diventa manna.


◆   A Santa Marta (29 luglio) s'attacca la luce sotto la cappa.


◆   Per San Pietro (30 luglio) se piove e fa gragnola, la durata è men di un'ora.


◆   Per San Donato (7 agosto) l'inverno è nato.


◆   Pioggia San Donato (7 agosto), agricoltore fortunato.


◆   San Lorenzo (10 agosto) l'innocente, mille fuochi in cielo accende.


◆   Per Santa Chiara (11 agosto) ogni goccia una quartara.


◆   Se vuoi buona la rapa, per Santa Maria sia nata (15 agosto).


◆   Per San Rocco (16 agosto) la rondine fa fagotto.


◆   Da San Bartolomeo (24 agosto) la rondine va con Dio.


◆   A Sant'Agostino (28 agosto), la testa sul cuscino.


◆   A San Matteo (21 settembre) tanto è la notte tanto il giorno.


◆   Per San Matteo (21 settembre) rimpiangi le ultime pesche che mangi.


◆   Per San Damiano (26 settembre) ogni male stia lontano.


◆   San Francesco (4 ottobre) dopo il caldo viene il fresco.


◆   A Santa Reparata (8 ottobre), l'oliva è maturata.


◆   Per Santa Teresa ( 15 ottobre) prepara la tesa.


◆   Per Santa Teresa (15 ottobre), semina a distesa.


◆   All'Ave Maria (19 ottobre), o a casa o per la via.


◆   Per ogni santi (1 novembre) mantello e guanti.


◆   Prima o dopo i morti (2 novembre) la burrasca è alle porte.


◆   Da San Martino (11 novembre) l'inverno è in cammino.


◆   Caldarroste a San Martino (11 novembre), annaffiate col nuovo vino.


◆   Per San Martino (11 novembre), castagne e vino.


◆   Per San Clemente (23 novembre) l'inverno mette un dente.


◆   Per Santa Caterina (25 novembre) la neve si avvicina.


◆   Sant'Andrea (30 novembre) porta o neve o bufera.


◆   Se piove per Santa Bibiana (2 dicembre) dura quaranta dì e una settimana.


◆   A Santa Barbara (4 dicembre) sta' intorno al fuoco e guardalo.


◆   Senza neve a Sant'Ambrogio (7 dicembre), l'inverno sarà mogio.


◆   Chi si rinnova per Maria (8 dicembre), scampa la malatia.


◆   Dall'Immacolata a Santa Lucia, ci rimane da fare poca via.


◆   Da Santa Lucia a Natale il dì s'allunga quanto un passo di cane.


◆   Natale (25 dicembre) al balcone, Pasqua al tizzone.


◆   Per San Silvestro (31 dicembre), ogni oliva nel canestro.


◆   A San Silvestro (31 dicembre) la neve alla finestra.




- Telaio/cornice by: R-Oksana
I testi sono di proprietà dei rispettivi autori che ringrazio per l'opportunità che mi danno far conoscere gratuitamente a studenti ed agli utenti del web i loro testi per solo finalità illustrative didattiche.
Se vuoi lascia un commento nella Cbox, oppuse se preferisci un messaggio privato e-mail
Grazie della visita... ^_^
www.moments.altervista.org
grey line
✉  E-mail
❖  Banner
❤  Amici
©  Credits
☺  C-Box
☆  Awards
Torna ai contenuti