Gesù bambino - Moments

moments
Vai ai contenuti
Grazie della visita ^-^
grey line
Paul Verlaine e le sue poesie...


Gesù Bambino

G esù Bambino, come dobbiamo essere
se vogliamo vedere Dio Padre:
accordaci allora di rinascere

come puri infanti, nudi, senz’altro rifugio
che una stalla, e senz’altra compagnia
che un asino e un bue, umile coppia;

d’avere infinita ignoranza
e l’incommensurabile debolezza
per cui l’umile infanzia è benedetta;

di non agire senza che nonnulla ferisca
la nostra carne tuttavia innocente
ancora perfino d’una carezza,

senza che il nostro misero occhio non senta
dolorosamente perfino il chiarore
dell’alba impallidire appena,

della sera che cade, suprema luce,
senza provare altra voglia
che d’un lungo sonno tiepido e smorto…

Come puri infanti che l’aspra vita
destina - a quale meta tragica
o felice? - folla asservita

o libera truppa, a quale calvario?

 

Gesù Bambino... ^-^


"La poesia è fatta di parole che ardono, parole che possano trarre dal buio chi non vede...parole la cui luce, come un faro, guida il marinaio al porto fuori dalla tempesta; parole buone che danno conforto, asciugano il pianto, aiutano a vivere. La poesia può esprimere con dieci parole quello che nemmeno una vita ed un miliardo di parole riuscirebbero a spiegare..."


Se vuoi lascia un commento nella Cbox, oppuse se preferisci un messaggio privato e-mail
Grazie della visita... ^_^
I testi sono di proprietà dei rispettivi autori che ringrazio per l'opportunità che mi danno far conoscere gratuitamente a studenti ed agli utenti del web i loro testi per solo finalità illustrative didattiche.
www.moments.altervista.org
grey line
✉  E-mail
❖  Banner
❤  Amici
©  Credits
☺  C-Box
☆  Awards
Torna ai contenuti